Esse. Piccole e grandi imprese dei campioni di casa nostra

Dicembre 2014 - Dal Menti di Vicenza al Madison Square Garden di New York il salto è davvero notevole. Soprattutto se al gap geografico si aggiunge quello, siderale, di carattere storico. Eppure il nuovo numero di Esse propone proprio questo: un salto temporale e spaziale, che implica molteplici considerazioni di carattere culturale e non solo sportivo. Formidabile il servizio dedicato a Tito Primon, sorta di grande affresco di un'epoca nel quale la storia del calciatore dapprima giallorosso e poi biancorosso assume una valenza testimoniale. Altrettanto formidabile il pezzo di Fabio Ussaggi, che racconta della sua incredibile esperienza nell'universo a stelle e strisce del basketball USA. Un tour nel cuore delle università americane, gomito a gomito con giocatori e coach. Ma non c'è due senza tre. Infatti Gianni Celi firma un agile compendio sui campioni di casa nostra, gente tosta che ha esportato i colori giallorossi nel mondo distinguendosi con prestigio in competizioni internazionali e molto spesso anche vincendole. Veterani che si sono fatti onore, le cui imprese vengono narrate quasi sotto la forma di preziose schede biografiche…

 

LEGGI IL NUMERO