Vittorio Andolfato, il carisma di un docente che ha lasciato il segno

Gennaio 2021 - A un anno dalla scomparsa di Vittorio Andolfato, L'Illustre bassanese ne ricorda la figura di insegnante di Storia e Filosofia al Liceo G.B. Brocchi, ma anche di intellettuale, conferenziere e anima pulsante di molte associazioni. Nelle sessantaquattro pagine della monografia i curatori Gilda Nicolini e Andrea Tadiello, assieme a molti prestigiosi collaboratori, hanno ripercorso le tappe principali della sua vita: gli anni al Collegio Augustinianum, gli studi alla Cattolica di Milano, la laurea in Estetica su Cassirer, l'esperienza di lettorato in Bulgaria, l'insegnamento al Brocchi e le varie iniziative alle quali si è dedicato dagli anni '70 sino al 2019. Fra queste, la costituzione e la direzione dell'associazione "26 Settembre" e il costante supporto alla comunità albanese kosovara attraverso l'associazione "Bashkimi Kombëtar". Trentatré voci, in totale, si sono alternate in una narrazione corale, nel tentativo di restituire almeno una parte dell'inesauribile dote spirituale di un vero illustre bassanese, amatissimo dalla comunità. Voci che costituiscono un segno tangibile di quanto l'insegnamento di Vittorio sia stato trasversale: persone che hanno messo a frutto ciò che egli ha seminato negli anni a favore di una società multietnica, inclusiva e solidale.

LEGGI IL NUMERO