La Brigata Estense. Un esercito in volontario esilio nel nostro territorio

Settembre 2013 - Numero doppio, ricco di una quarantina di pagine, L'Illustre bassanese di settembre/novembre 2013 propone ai suoi affezionati lettori la vicenda nel nostro territorio della gloriosa Brigata Estense, accompagnandola con un formidabile apparato iconografico. Ne è autore il direttore responsabile, Giambattista Vinco da Sesso, che in splendide pagine offre un capitolo, importante ma spesso (volutamente?) trascurato dalla storiografia, del nostro Risorgimento. Attraverso un linguaggio rigoroso e allo stesso tempo avvincente, egli ricostruisce gli anni di permanenza dell'esercito del duca Francesco V d'Asburgo-Este nel Bassanese, allora appartenente al Regno Lombardo-Veneto: un periodo compreso fra il 1860 e il 1863, nel quale le vicissitudini della brigata si sono fortemente intrecciate con la quotidianità dei nostri luoghi. Introducono e chiudono rispettivamente la pubblicazione un testo della studiosa modenese Elena Bianchini Braglia, sugli antefatti storici che hanno portato al volontario esilio della Brigata Estense, e un approfondimento di Marco Zonta, appassionato di studi risorgimentali, su Medoaldo e Olivo Chicchi, ufficiali modenesi stabilitisi nella nostra città.  

LEGGI IL NUMERO