I Gesuiti “a e da” Bassano. La grande Storia nella nostra terra

Marzo 2018 - Abbiamo conosciuto Stefano Zulian qualche tempo fa, quando L'Illustre bassanese ha dedicato una monografia a pre Lorenzo Busnardo, straordinaria figura di prete avventuriero vissuto in pieno Cinquecento. In quella circostanza i lettori, oltre a conoscere le vicende che hanno segnato l'esistenza del sacerdote misquillese, hanno avuto l'opportunità di apprezzare le qualità di ricercatore dello studioso. Lo ritroviamo oggi, con questo inedito saggio sui Gesuiti "a e da" Bassano in epoca rinascimentale: un'occasione ghiotta per scoprire che, anche in questa circostanza, la grande Storia è passata per la nostra città. Uno studio, condotto su materiali epistolari originali, che ha por Zulian a ricostruire la storia dei primissimi gesuiti del nostro territorio; ma anche del loro legame con Sant'Ignazio di Loyola e la Compagnia di Gesù, così come del desiderio da parte del nuovo ordine religioso di istituire verso la metà del XVI secolo un collegio a Bassano. Il testo di Zulian viene introdotto dallo storico Paolo Nosadini, autore di pubblicazioni rigorose e apprezzate, che fornisce una rapida panoramica sulla chiesa di San Vito e i suoi tesori; fra i quali la cappella di fra Antonio eremita, ostello e ricovero per i pellegrini, dove sostarono Ignazio di Loyola e alcuni fondatori della Compagnia di Gesù.

LEGGI IL NUMERO