I Muzzarelli, un nuovo scoop culturale da parte de L'Illustre bassanese

Dicembre 2014 - L'inedita storia che ci offre Agostino Brotto Pastega, in questo nuovo sorprendente numero de L'Illustre bassanese, può essere letta come la caccia a un tesoro da tempo smarrito e ora felicemente ritrovato. Attraverso il complesso riordino di una miriade di informazioni affiorate dagli archivi, lo studioso ha saputo ricostruire le vicende di una signorile dimora, della quale rimangono oggi deboli tracce: una villa nella quale si succedettero le famiglie dei Beltramini-Miazzi, dei patrizi veneti Mora, dei Sacchi e infine dei Muzzarelli. La scoperta più importante è costituita proprio dall'acquisto della proprietà, nel 1867, da Giuseppina Muzzarelli, una delle donne più ricche di Venezia. A lei, innamorata dalla nostra città, si deve la donazione al Museo di Bassano di un'eccezionale quadreria di opere di artisti antichi e moderni, alcune delle quali vere e proprie perle. Il lascito Muzzarelli, pervenuto al Museo tra il 1904 e il 1905, non era mai stato oggetto di uno studio; così, grazie a questa pubblicazione (ancora una volta protagonista di autentici scoop culturali), la città può riappropriarsi di una pagina non secondaria della sua storia.

 

LEGGI IL NUMERO