Il palazzo Sturm, storia di una preziosa icona bassanese

Maggio 2014 - L'architetto Agostino Brotto Pastega ci regala ancora una volta una sorprendente ricerca d'archivio, che spalanca una finestra su una delle emergenze architettoniche più panoramiche della città: il palazzo Sturm, già della ricchissima famiglia Ferrari. La storia di tale imponente complesso, sinora incompleta, si può finalmente apprezzare in questo straordinario numero doppio de L'Illustre bassanese. Veramente preziose si possono infatti ritenere le nuove scoperte: lo studio del particolarissimo contesto ha permesso di raccontare cinque secoli di continue trasformazioni, portando alla ribalta famiglie veneziane sconosciute alla letteratura locale. Lo studioso ha saputo pure ricostruire in forma avvincente la storia della famiglia Sturm von Hirschfeld e dell'ultimo esponente del ramo bassanese, il barone Giovanni Battista, figura rimasta sinora avvolta in un alone di mistero. Il suo nome è associato alla città perché, in forma munifica, egli volle legare al Comune di Bassano il palazzo in riva al Brenta, "da assegnarsi al Museo", e il restante patrimonio alla Pia Casa di Ricovero. A distanza di settantuno anni, L'Illustre bassanese gli restituisce un meritato posto d'onore nella storia di Bassano e nel campo della filantropia cittadina.

 

LEGGI IL NUMERO