Gli Zambelli. Storia di una mirabolante ascesa sociale

Agosto 2018 - Gli Zambelli? Parafrasando i "Promessi sposi" verrebbe da dire: chi erano costoro? E in effetti, quando Agostino Brotto Pastega si è offerto di inserire fra le monografie de L'Illustre bassanese la sua ricerca su questa misteriosa famiglia, sono state soprattutto la curiosità e la consapevolezza di pubblicare un "quasi inedito" ad avviare la nostra macchina editoriale. Una visita alla villa Giusti del Giardino, fra i quartieri Santa Croce e Merlo, ha ulteriormente motivato le ragioni di una scelta vincente. Venendo al tema di questo numero, va detto che stiamo parlando di "illustri sconosciuti", emersi dall'anonimato verso la fine del XV secolo e in seguito autori di una straordinaria ascesa sociale, fondata sulla diversificazione di attività industriali. Un successo imprenditoriale, quello degli Zambelli, che li portò alla creazione di un impero economico e all'ingresso nel patriziato. Unica ma grandiosa testimonianza della loro presenza a Bassano, il palazzo di Santa Croce, poi passato ai Molin, ai Giusti del Giardino e ai Sammartini, fino all'acquisizione da parte della famiglia Tolio. Partito dalle scarse e inesatte notizie fornite dagli storici del passato, lo studioso ha tinteggiato un affresco familiare che rischiava di finire nell'oblio.

LEGGI IL NUMERO