Bassano News racconta la vicenda del pittore Matti Al-Kanun

Luglio 2018 - Una storia drammatica, terminata con il lieto fine, è quella che ci racconta in questo numero di Bassano News il giornalista e fotoreporter Emanuele Confortin di Castelfranco Veneto. Attraverso la sua testimonianza veniamo a conoscere le tormentate vicissitudini di Matti Al-Kanun, docente d'arte della minoranza cristiana siriaco-irachena, fuggito all'arrivo dell'Isis dalla sua città, Bartella, situata a 20 km da Mosul nell'Iraq settentrionale: emblematica, in un tragico contesto di guerra a tutto campo, la scelta di eleggere l'arte quale possibile antidoto alla violenza e agli scempi. Meno intenso, ma altrettanto avvincente, è il servizio dell'architetto Duccio Dinale su una delle più significative emergenze monumentali del nostro territorio, il convento dei Santi Fabiano e Sebastiano a Marostica: in stato di profondo degrado, andrebbe assolutamente recuperato prima di ridursi a un rudere insalvabile. E che dire della nascita di una delle canzoni di guerra più conosciute in Italia, "Monte Grappa tu sei la mia patria", emblema di un recuperato sentimento di riscossa nazionale? Sono in pochi a sapere che venne intonata ufficialmente per la prima volta a Rosà, nella cornice di villa Dolfin Boldù (splendidamente rappresentata nella copertina da Agostino Brotto Pastega) con la presenza del re Vittorio Emanuele III. Questo e molto altro su Bassano News!

LEGGI IL NUMERO