Arte, cultura e politica. Un intreccio che ci coinvolge tutti…

Luglio 2020 - Tra il 1886 e il 1887 vennero abbattute le mura che cingevano la città a nord: in ragione di una discutibile "necessità salutistica" scomparve così delle più belle vedute di Bassano, come testimonia anche il dettaglio dello splendido dipinto di Antonio Marinoni pubblicato in copertina. Un episodio che ci ricorda come la cautela e il rispetto per la storia debbano accompagnare decisioni importanti, soprattutto quando riguardano la scala urbana. Un'attenzione indispensabile, comunque, anche quando si tratti di opere d'arte quali per esempio l'ormai celeberrima pala dalpontiana di Sant'Anna, della quale Claudia Caramanna ricostruisce la genesi e le successive vicende. Stefano Mossolin indaga invece l'origine della cosiddetta "Morte nera", la terribile pestilenza che colpì Venezia nel 1348 (e poi l'Europa). Franco Scarmoncin ci sollecita con un saggio riguardante le "immagini misteriose dell'Imperatore", riferendosi a Federico II, il grande sovrano che fu amico e suocero di Ezzelino III da Romano. E Sergio Los scandaglia con sguardo acuto i rapporti fra arte e politica: un testo più attuale che mai. Come, peraltro, le brevi note sul "Cursus honorum", una prassi da rispolverare. E poi… e poi… procuratevi una copia di Bassano News: scoprirete molto altro ancora!

LEGGI IL NUMERO