Bassano News di settembre/ottobre 2020 nel segno di un sorprendente Bacco!

Settembre 2020 - È un Bacco diverso dalle consuete rappresentazioni quello che Bassano News propone in copertina: dai tratti giovanili e raffinati, esibisce con eleganza un lungo tralcio di vite che gli cinge i capelli ricciuti. Non si tratta di un bevitore incallito, ma di un intenditore, una divinità dal tocco gentile e dalla buona cultura enologica. Così ha voluto rappresentarlo nel 1984 Bruno Breggion, in occasione di una mostra sulla vite e il vino organizzata dal Circolo Artistico Bassanese per la "Festa dell'Uva" di quell'anno. E proprio alla "Festa dell'Uva" è dedicato il servizio di Otello Fabris: un excursus sui fasti della manifestazione e sul gruppo dei Canevaroli, che tale iniziativa porta avanti con passione da tempo immemore. Scorrendo le pagine le belle sorprese non mancano a partire da un saggio sull'eredità di Jacopo Bassano, di Claudia Caramanna, per passare poi a gustosissime chicche. Fra le tante, utili a rinfrescare la memoria, il pezzo di Luciano Zanini sulla "Presa di Porta Pia" e quello di Maria Luisa Parolin sul "guerriero di Dio". Doveroso poi il ricordo di Andrea Gastner, indimenticabile amico e collaboratore, uomo di cultura e grande bassanese. A pagina 25, infine, quasi un atto d'accusa sul pericoloso "silenzio dei maestri"…

LEGGI IL NUMERO