Andrea Parini e una sua opera “misteriosa” su Bassano News

Marzo 2021 - Una scoperta? Oppure una riscoperta? Grazie alla collaborazione di un collezionista (per ora anonimo), Giambattista Petucco ci propone una circostanziata riflessione su una straordinaria opera ceramica, "Niente sfugge", datata 1945 e firmata nientemeno che da Andrea Parini. Una realizzazione del grande maestro siciliano, giunto a Nove nel dopoguerra per dirigere l'Istituto d'Arte: colui che guidò quella feconda rivoluzione artistica, dalla quale sorsero poi gli astri di illustri ceramisti quali Federico Bonaldi, Pompeo Pianezzola, Cesare Sartori, Alessio Tasca… Una "chicca" che ci invita a esaminare un'opera notevole, tanto per la colorata ricchezza dei dettagli (che richiama l'universo cromatico delle tradizioni caltagironesi) quanto per le ragguardevoli dimensioni. E per la "misteriosa" provenienza, che ha indotto qualche studioso perfino a dubitare della paternità. Anche se - aggiungiamo - autorevoli testimonianze documentali l'attribuiscono sine dubio a Parini. Ovviamente molti altri sono i temi affrontati dal magazine, come sempre appassionanti e coinvolgenti. Fra questi, anche qualche considerazione sull'opportunità di trasferire il cimitero del Col Bastia a Romano d'Ezzelino per riqualificare e valorizzare un luogo di grande interesse storico e ambientale.

LEGGI IL NUMERO