Dalla restituzione del Ponte a un Canova incredibilmente sgraziato

Novembre 2021 - Il 3 ottobre scorso, con la cerimonia del taglio del nastro, si è ufficialmente concluso il lungo restauro del Ponte vecchio. Fra le autorità che hanno affiancato il sindaco Elena Pavan, anche il cardinale Pietro Parolin e la senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati, presidente del Senato. Un momento di gioia per la città, che ha potuto finalmente festeggiare la restituzione del suo simbolo più amato. Ora, però, bisognerà occuparsi dei molti nodi ancora irrisolti, situazioni che si trascinano da anni (per non dire decenni) e alle quali accenna il servizio alle pagine centrali. Buone notizie giungono da Villa Angaran San Giuseppe, che celebra la fine di un cantiere durato sette anni: un successo, come raccontano Tommaso Zorzi e Virginia Antoranz, per il consorzio di imprese sociali Rete Pictor che gestisce il complesso e che ne ha fatto uno straordinario luogo di inclusione. In copertina e all'interno campeggiamo splendide immagini di opere del ceramista novese Luigi Carletto (testo di Marifulvia Matteazzi Alberti, foto Studio Bozzetto). Magiche e quasi profumate le foto di Maurizio Sartoretto, autore di un reportage sui campi di lavanda del Delta del Po. Ma c'è, come sempre, molto altro ancora. Compreso un Canova veramente brutto ("scovato" da Stefano Mossolin)…

 

LEGGI IL NUMERO