Canova, Canova e ancora Canova

Maggio 2022 - Tre volte Canova. La copertina del numero di Maggio-Giugno, dedicata al celebre Autoritratto dello scultore e realizzata dal fotografo Fabio Zonta, anticipa tre servizi incentrati sul genio di Possagno. Il primo di essi, a firma di Stefano Mossolin, indaga la straordinaria amicizia tra il giovane Antonio e l'ormai affermato incisore bassanese Giovanni Volpato: un rapporto nato in occasione del soggiorno romano dell'artista, che avrebbe potuto addirittura sfociare in una parentela… Di Fabio Zonta si parla in relazione alla mostra in programma a Treviso (Museo Bailo) dal 14 maggio al 25 settembre: i suoi scatti dei capolavori canoviani sono stati giustamente definiti dalla critica una sorta di preziosa "eredità winckelmanniana". È poi la volta del fotografo tedesco Matthias Schaller, autore di una singolare installazione collocata nel nostro Museo Civico e concepita come una scomposizione in sedici macro-frammenti del volto di Canova. Gli amanti dell'architettura possono invece confrontarsi con Sergio Los. L'illustre cattedratico ritiene infatti che il recente recupero del Ponte vecchio non si possa considerare un caso esemplare, tale cioè da venire insegnato ai corsi di restauro universitari. La discussione è aperta, Bassano News sempre a disposizione!

 

LEGGI IL NUMERO